Punto n.647 del 21-12-2018
Pag.1 < > Pag.2

Punto di Creazzo n.647 del 21-12-2018
AUGURIO DI NATALE
Don Maurizio Mazzetto

Cari amici, ogni anno torno a riflettere con un po’ di timore su questa ricorrenza, avvolta, nel nostro contesto, da troppe cose che ci distraggono.
E verrebbe voglia di andar via per “le feste”: non tanto in vacanza, quanto in ritiro. Non per fuggire (o forse sì, anche per fuggire: non c’è un diritto alla fuga?), ma per concentrarsi e per raccogliere le energie, i pensieri e le emozioni al fine di lottare con maggior forza, dopo aver compreso l’immensità di questa Festa, ridotta spesso a banalità in ultimo insoddisfacenti. Cos’è, infatti, il Natale nel suo significato più profondo? Per me, al di là - ma non senza, è ovvio - il significato strettamente cristiano, è la festa del corpo unito allo spirito. È il matrimonio dei due e di tutto ciò che da esso deriva, compreso l’unione di due cuori e l’unione di tutti gli uomini in quanto fratelli o quantomeno abitanti del medesimo pianeta. Questa unità di fondo - che fa del Natale, a mio avviso, la festa dell’unità per eccellenza - è la porta che apre alla comunione.
La quale, anzitutto, non può avverarsi senza il rispetto del corpo altrui: “(...) dobbiamo anzitutto rispettare i diritti della corpo CONTINUA A LEGGERE...




Punto di Creazzo KLIK