Punto n.676 del 20-09-2019
Pag.1 < > Pag.2

Punto di Creazzo n.676 del 20-09-2019
DUE PROBLEMI: PFAS E MENSA DELLA MATERNA
Tiziano Mistrorigo janzizka@tiscali.it

Sul “Punto” di venerdì 06/09 due articoli mi hanno colpito: quello sui PFAS e quello su “esternalizzazione della mensa della scuola materna statale”.
Riguardo ai PFAS: che qualche guaio doveva prima o poi capitare era prevedibilissimo, dopo che nel 1977 (ma le autorità sanitarie sapevano già prima e hanno taciuto) la stessa fabbrica aveva inquinato le falde costringendo Creazzo ad allacciarsi all’acquedotto di Vicenza.
Già allora risultava che c’erano altri inquinanti, per cui si doveva tenere sotto controllo produzioni ed inquinanti della RIMAR (Ricerche Marzotto) poi MITENI (Mitsubishi-Eni). I controlli adeguati è evidente che sono mancati (gli attuali governanti veneti ne sono corresponsabili).
L’inquinamento è stato devastante e le falde resteranno inquinate per decenni. Poi comincia il solito discorso irrazionale, che non ci sono prove che gli inquinanti siano dannosi, poi la discussione bugiarda sui livelli “accettabili”, poi un po’ di screening più in funzione di tranquillizzare che di fare interventi.
Qui a Creazzo abbiamo forse le falde più inquinate di PFAS e se qualcuno le adopera per irrigazione in agricoltura poi il PFAS ce lo mangia CONTINUA A LEGGERE...




Punto di Creazzo KLIK