Punto n.694 del 07-02-2020
Pag.1 < > Pag.2

Punto di Creazzo n.694 del 07-02-2020
CHI È NORMA COSSETTO?
Mirella Olivieri

Una ragazza giovane e bella, con un viso dolcissimo che ti conquista. Sogna, sogna un futuro pieno di promesse. Il suo nome: Norma Cossetto.
Nata il 17 maggio del 1920 a Visinada d’Istria, studentessa universitaria alla facoltà di lettere a Padova negli anni della Seconda guerra mondiale. Nell’autunno del ’43 sta preparando la tesi di laurea che ha come argomento la sua regione, la terra rossa d’Istria. Impegnata nelle ricerche, va a visitare i borghi e le campagne in bicicletta, felice per un futuro pieno di promesse e di aspettative, fiduciosa nel porre la sua cultura e la sua intelligenza al servizio del suo Paese: l’Italia. Ma il destino ha per lei un altro progetto. Nel suo girovagare il 4 ottobre incontra i suoi carnefici. Costoro non possono permettere che chi rifiuta di aderire all’ideologia totalitaristica titina, cancellando la realtà italiana in terra istriana, venga risparmiato. Viene presa, imprigionata, processata. Vista la sua determinatezza, viene portata in un’aula scolastica di Visinada, legata a una grezza tavola mani e piedi e stuprata da diciassette partigiani titini mentre lei inutilmente grida e chiama la mamma.
Dopo un notte di violenze, CONTINUA A LEGGERE...




Punto di Creazzo KLIK