Punto n.719 del 20-11-2020
Pag.1 < > Pag.2

Punto di Creazzo n.719 del 20-11-2020
ASSURDO ILLECITO
Francesco Mineccia

Qui le donne sono il 50,4% della popolazione, ma in parlamento sono solo il 32 per cento. D’altra parte possono votare dal 1971, e neppure in tutto il Paese.
L’uguaglianza tra uomini e donne è stata sancita dalla costituzione nel 1981. La maggioranza delle donne lavora, l’80%. Ma più del 60 per cento ha contratti part-time, contro il 17,6 per cento dei maschi. Il congedo di maternità è stato introdotto nel 2005. I padri hanno diritto solo a un giorno di congedo di paternità (come per il trasloco). Quando una coppia fa un figlio, l’80,6% delle madri si riduce l’orario di lavoro, contro l’11,4% dei padri. Una donna su sette perde il posto dopo la maternità.
Le donne guadagnano in media il 19,6% in meno dei maschi nel settore privato e il 16,7% in meno nel settore pubblico. A parità di condizioni (formazione e anzianità) lo scarto salariale è dell’8%. Il 15,8% delle donne ha impieghi con salari bassi, contro 6,6 dei maschi. In un rapporto di Amnesty international si calcola che il 59% delle donne ha subito molestie sessuali. Un donna su cinque è vittima di violenza domestica. Una su dieci è stata vittima di uno stupro nel corso della sua vita. Siamo in Sv CONTINUA A LEGGERE...




Punto di Creazzo KLIK