Punto n.723 del 18-12-2020
Pag.1 < > Pag.2

Punto di Creazzo n.723 del 18-12-2020
AUGURIO DI NATALE
Don Maurizio Mazzetto

Cari amici, è uno strano Natale questo, come sappiamo. La celebrazione dell’incontro, che massimamente si vive in questo periodo, viene a coincidere con l’impossibilità di incontrarci, di abbracciarci, di donarci un bacio di pace. Così è avvenuto, nella storia, in occasione di tutte le epidemie, per evitare il contagio ed il propagarsi di esso. Ed ora noi ci siamo dentro. Ma anche questo esserci dentro, a ben pensarci, è il senso profondo di ciò che celebriamo nel Santo Natale: una comune storia, di una comune umanità, per un comune cammino di liberazione e di salvezza. Questo al di là se nostro essere credenti o non credenti, praticanti o non praticanti. Poiché tutti necessitiamo e aspiriamo alla liberazione e alla salvezza.
“Se vogliamo partecipare all’Avvento ed al Natale, non possiamo starcene in disparte, come se fossimo in un teatro, e gioire per tutte le immagini piacevoli, bensì in questi avvenimenti che qui accadono siamo noi stessi ad essere trascinati dentro, in questa trasformazione di ogni cosa; dobbiamo essere attori su questo palco, in cui lo spettatore dell’opera è anche parte della recita; non possiamo chiamarci fuori”. Così Dietrich Bonho CONTINUA A LEGGERE...




Punto di Creazzo KLIK