Punto n.604 del 01-12-2017
Pag.1 < > Pag.2

Punto di Creazzo n.604 del 01-12-2017
AUGURIO DI AVVENTO
Don Maurizio Mazzetto

Cari amici, mi è venuta in mente un’espressione - adatta al Tempo dell’Avvento cui ci prepariamo - di don Tonino Bello: “Oltre a vegliare, dovete anche svegliare; svegliare la gente dall’appiattimento spirituale. Destatela dal sonno religioso, dalle abitudini sonnolente, dai compiacimenti intimistici, dalla ripetitività rituale. Aiutatela ad entrare nella storia”. “Svegliare” senza la presunzione di essere noi stessi svegli, ma consapevoli del bisogno di essere “svegliati” ogni giorno dalla Parola che ascoltiamo. Avvento, dunque. “Tempo di attesa”, si dice.
Tempo in cui si celebra la “venuta” del Salvatore. Ieri come oggi, e come domani. La questione, a me pare, si riduce al come vivere l’attesa. Prendendo posizione o tacendo? Aspettando, pazientando, chiudendo un occhio, mantenendo la “comunione”, come qualcuno dice (magari una comunione fittizia)?
Oppure intervenendo, prendendo posizione, forse scontrandosi – senza polemizzare o giudicare – ma, inevitabilmente, disturbando? La questione è posta. Già interessava (san) Primo Mazzolari.
Qualche volta don Primo taceva, ma per lo più “parlava”, e scriveva. E ne pagò il prezzo. Com CONTINUA A LEGGERE...




Punto di Creazzo KLIK