Punto n.686 del 29-11-2019
Pag.1 < > Pag.2

Punto di Creazzo n.686 del 29-11-2019
AUGURIO DI AVVENTO
Don Maurizio Mazzetto

Cari amici, giunge un nuovo Avvento, tempo che ci ricorda l’attesa operosa cui siamo chiamati ogni giorno, poiché ogni giorno è “la piccola porta” attraverso la quale può giungere il Messia, come diceva Walter Benjamin. Ogni giorno la nostra vocazione è di guardare dentro le crepe dell’esistenza e della storia, poiché “è da lì che entra la luce”. Questo è vivere l’Avvento, non solo celebrarlo. È “braccare le crepe” come ha scritto Annie Dillard: “Ezechiele leva la pelle dei falsi profeti che non sono ‘saliti sulle brecce’ – cioè, sulle crepe. Le crepe sono il punto. Le crepe sono l’unica casa dello spirito, con altitudini e latitudini così abbagliantemente sparute e pulite che lo spirito può scoprircisi per la prima volta come un ex cieco libero da costrizioni. (…). Sali sulle crepe. Se riesci a trovarle; anche loro si spostano e svaniscono. Bracca le crepe. Squittisci dentro una crepa nel solido, gira la chiave e apri il lucchetto di un universo” (Ogni giorno è un Dio). A livello personale siamo sempre più presi dalla fretta e dall’impazienza. Anche nelle relazioni più importanti. Già D. Bonhoeffer segnalava questa malattia: CONTINUA A LEGGERE...




Punto di Creazzo KLIK