Punto n.952 del 28-08-2020
Pag.1 < > Pag.2

Punto di Montecchio n.952 del 28-08-2020
Graziella Brugnolo e la sua famiglia. Esempi di operosita' e liberalita'
Giuliano Menato

La notizia che Graziella Brugnolo, cittadina di Montecchio Maggiore, deceduta a 97 anni, ha lasciato in eredità 200 mila euro ai poveri della nostra comunità, ripartiti tra benemerite associazioni locali e servizi sociali comunali, ha reso noto un nobile gesto di rara generosità, elogiato in una seduta del Consiglio Comunale dai rappresentanti di tutti i partiti e dal sindaco Gianfranco Trapula.
Questo gesto singolare, riportato dalla stampa, mi ha fatto ricordare con la figura di Graziella, conosciuta tanti anni fa, quella dei suoi fratelli e di suo padre Umberto, titolare di un’avviata falegnameria, classe 1883, la stessa di mio nonno Rinaldo, che lo stimava moltissimo.
Nei primi anni Cinquanta Graziella Brugnolo in società con Nella Ruaro ha gestito un negozio di mobili e di apparecchi radio in piazza Garibaldi al civico 8, in un ampio salone in cui si erano svolte dopo la guerra estemporanee feste danzanti. Studentello delle medie, passavo lì interi pomeriggi ad ascoltare da un grammofono ad alto volume arie d’opera e tanghi argentini, che erano la mia passione. Graziella e Nella mi lasciavano fare sentendomi parlare entusiasta di Maria Callas, che avevo ammirato n... CONTINUA A LEGGERE...




Punto di Montecchio KLIK