Punto n.962 del 06-11-2020
Pag.1 < > Pag.2

Punto di Montecchio n.962 del 06-11-2020
«I morti alla "Pieve" per mancanza di rigore»
Antonella Cazzola

Ho letto sul Giornale di Vicenza i recenti articoli riguardanti i decessi nelle case di riposo e ho deciso di scrivere per portare la mia esperienza personale.
Mia mamma è stata ospite della casa di riposo "La Pieve" di Montecchio Maggiore dal novembre 2018 per problematiche legate alla demenza senile. Sino a febbraio di quest'anno frequentavo la casa di riposo quotidianamente, provvedendo ai bisogni primari della mamma, parlando con lei ed esprimendo tutto l'amore di una figlia.
Contemporaneamente avevo affiancato una signora, che ogni giorno la aiutava nei pasti e le faceva compagnia nell'arco della giornata, cercando di rendere la sua permanenza più serena possibile. Durante questo periodo provvedevo altresì a ritirare gli indumenti della mamma per il lavaggio e questo avveniva ogni settimana.
Già alla fine di febbraio, tuttavia, a causa del covid 19 La Pieve decideva di bloccare ogni visita di parenti e impediva l'accesso a qualunque persona diversa dal personale. Da allora, solo nel mese di giugno ho finalmente avuto modo di rivedere, ogni 15 giorni, la mamma a mezzo videochiamate, mentre nei mesi successivi l'ho potuta vedere 1-2 volte al mese e ciò ad una d... CONTINUA A LEGGERE...




Punto di Montecchio KLIK