Punto n.964 del 21-11-2020
Pag.1 < > Pag.2

Punto di Montecchio n.964 del 21-11-2020
Replica a «I morti alla "Pieve" per mancanza di rigore» Punto n.962 del 06-11-2020
Ottorino Ravella

Ho letto sul “Il Punto di Montecchio” la lettera della signora Antonella Cazzola riferita alla mancanza di rigore usata dalla struttura “La Pieve” di Montecchio Maggiore.
Comprendo il grande dolore della signora per la perdita della madre e condivido quasi tutte le considerazioni sul suo disagio di figlia impossibilitata ad assistere e a dare il proprio affetto alla persona che amava. Mi trovo da circa due anni nel ruolo di amministratore di sostegno di un’ospite della medesima casa di riposo, è la carissima amica dei miei genitori verso la quale provo un grande affetto.
Questa signora, sino all’esplosione della pandemia da Covid-19, ha beneficiato anche dell’affetto della nipote e della nuora, l’unico figlio è purtroppo scomparso prematuramente.
Successivamente ha potuto ricevere le visite dei parenti in forma protetta e senza contatti, ha contratto il virus Covid-19 con sintomatologia lieve ed oggi risulta asintomatica.
La mia esperienza con la struttura “La Pieve”, sia sotto il profilo professionale che affettivo, è stata fortemente positiva. Ho trovato una buona organizzazione e persone che danno l’immagine di una “squadra” il cui obiettivo ... CONTINUA A LEGGERE...




Punto di Montecchio KLIK